Cenni storici: il Bushido, il codice dei samurai

Letteralmente "La Via Del Guerriero" è un codice che regola e indica uno stile di vita (simile a quello che in Europa era il "Codice Di Cavalleria").
Il Bushido si sviluppò tra l' XI ed il XIV secolo in Giappone. Le fondamenta etiche e morali del Bushido vennero descritte e definite nella Legge Feudale giapponese negli anni di inizio dello Shogunato Tokugawa per i membri della classe guerriera Samurai. Citando il dizionario giapponese Shogakukan Daijiten: "Il Bushido è definibile come un'unica filosofia (ronri) che si propagò attraverso la classe guerriera del periodo Murumachi (chusei)". Inazo Nitobe, autore di "Bushido, l'Anima Del Giappone", descrive il Bushido come un codice non scritto,*...un codice di principi morali che i Samurai erano chiamati od istruiti ad osservare. Il codice consisteva in alcuni principi cardine passati di bocca in bocca o scritti dalla penna di qualche guerriero molto conosciuto. Più frequentemente era un codice non pronunciato e non scritto che racchiudeva le massime ed i fatti più autentici, ed una legge scritta sul cuore. Non venne creato come frutto di una sola mente, anche se capace, o sulla vita di una singola persona, anche se onorevole. Era uno sviluppo organico di decenni e secoli di "carriera militare".


next

terminologia
cultura
il kendo

il nostro dojo
iscritti
per chi inizia
dove
immagini

link
news
incontri
eventi

contatti

 

“It is noblest for us to be harmony”
This Iwaki has been taught by Syoutokutaisi, prince of Japan,1.300 years ago.

Shigeaki Inoue (Hanshi, 8º Dan)